Le cascate Vittoria in un anno non esisteranno più: prosciugate dalla siccità

Le cascate Vittoria in un anno non esisteranno più: prosciugate dalla siccità

Le cascate Vittoria che dividono Zambia e Zimbabwe sono ormai quasi prosciugate. Il livello dell'acqua è sceso sotto il 50%, in un anno potrebbero spegnersi

Iscriviti alla newsletter

È di pochi giorni fa la notizia comunicata dalle autorità africane di Zambia e Zimbabwe: le cascate Vittoria stanno soffrendo, si stanno spegnendo a causa della persistente siccità che da anni colpisce la regione sud dell’Africa. Il livello dell’acqua è sceso sotto il 50% e le immagini sono a dir poco spaventose. Laddove c’era una fitta nebbia creata dalla potenza dell’acqua ora c’è un paesaggio desolante. Dove c’era un boato assordante, il silenzio.

Le Victoria Falls si generano dal fiume Zambesi che si tuffa nel vuoto, dividendo lo Zambia dallo Zimbabwe. Il sito che è Patrimonio dell’Umanità UNESCO si estende per più di un chilometro, l’altezza media è di 128 metri e la portata dell’acqua dovrebbe essere immensa. Il risultato è di una nuvola d’acqua che si innalza fino a 1600m, visibile da 40km. Le più famose cascate africane. oltre che attrazione per turisti, sono fonte di nutrimento per gli animali e approvvigionamento di elettricità per milioni di persone: riforniscono la centrale idroelettrica di Kariba

Siccità sempre più frequenti

Durante la stagione secca, che va da Settembre a Febbraio è chiaro che i corsi d’acqua subiscano importanti variazioni nella portata e che i fiumi si trasformino in rivoli. Tuttavia le autorità dello Zambia comunicano che quest’anno c’è stato un declino senza precedenti nel livello delle acque. 

I dati forniti dallo Zambezi River Authority (ZRA) hanno annunciato che il livello è il più basso dal 1995, un triste record per le cascate e per tutto il pianeta. Il presidente dello Zambia Edgar Lungu ha definito questo evento “un chiaro segno di quello che il cambiamento climatico sta facendo al nostro ambiente”

Nel corso degli anni svariate siccità si sono alternate in tutto il pianeta, soprattutto nella regione africana, l’ultimo caso in Zambia risale solo a tre anni fa. Abbiamo raccontato spesso di quanto una siccità sia in grado di minare un intero stato, fino a fermarlo completamente. Lo abbiamo raccontato nel documentario “50 Liters Life – L’inizio di una nuova normalità” dove in Sudafrica la crisi idrica ha colpito Città Del Capo così duramente che il governo ha dovuto imporre un consumo massimo di 50 litri per persona al giorno (in confronto ai 200/300 litri usati mediamente in Europa e USA).

Autore: Riccardo Sartori

Documentarista, cameraman e direttore della Fotografia, ha sempre preferito la domanda "chi sei" a "cosa hai fatto". Il suo obbiettivo è far luce su temi globali e sensibilizzare riguardo le tematiche sociali e ambientali.